UNA FANTASTICA ESTATE

E' stata una fantastica estate, quella che abbiamo appena vissuto ! Le nostre serate sono state rallegrate da concerti di qualità, mostre, manifestazioni culturali, feste, fiere e fuochi e l'amministrazione non ha badato a spese pur di lasciare una traccia indelebile nel cuore dei prossimi, futuri elettori. Gli spazi della nostra città, seppur angusti a causa di una cementificazione selvaggia che data da lungo tempo e che ancora continua, sono risorti a nuova vita anche se per il breve spazio di una stagione, ed hanno richiamato folle di gente, per buona pace dei commercianti che hanno visto incrementare i loro affari.

Non so quali siano le cifre ma pare, a quanto dicono le statistiche, che ci sia stato un aumento dei turisti che hanno visitato la nostra regione e anche le nostre coste.

Dunque anche i turisti della nostra città, provenienti da paesi limitrofi o da altre regioni o, addirittura da altri paesi hanno avuto la piacevole sorpresa di trovare un'animazione di tutto rispetto

E' certo, però, che favorire il turismo ed implementarlo non può e non deve essere limitato solo all'orchestrazione di eventi ma richiede un'attenzione durevole per fare in modo che anche il turismo diventi « turismo durevole ». E far sì che il turismo diventi un settore in crescita dell'economia della nostra città che non può certo vantare nè un' industria importante nè una grossa tradizione artigianale, dovrebbe essere la cura principale di qualunque amministrazione, una cura che passa attraverso la promozione di una cultura dell'accoglienza, del rispetto per l'ambiente ,

dell' organizzazione e valorizzazione del territorio e dei servizi.

Ma la politica di valorizzazione del nostro territorio, nonché il rispetto per l'ambiente, non è mai stata una priorità delle amministrazioni comunali e l'aspetto o, per così dire « il biglietto da visita » della città non è dei migliori : in alcuni quartieri i marciapiedi sono impraticabili perché sconnessi o perché diventati parcheggi permanenti , la spazzatura è dappertutto, alcune aiuole spartitraffico e i cigli delle strade sembrano selve tropicali, le spiagge sono ridotte al minimo a causa dell'erosione ma anche degli stabilimenti che piano piano hanno « allungato i loro tentacoli », ad ogni pioggia ci sono allagamenti per non parlare della situazione del manto stradale, dello scempio del porto turistico, degli edifici costruiti a ridosso del mare, delle acque di balneazione putride a causa del cattivo funzionamento dei depuratori.

Non si può pretendere che questi annosi problemi legati ad una politica non lungimirante possano essere risolti nel giro di qualche anno, occorre una volontà dell'amministrazione e una condivisione di tutti i cittadini che devono rendersi consapevoli che la città è di tutti e che tutti devono contribuire a valorizzare il territorio con atteggiamenti responsabili, da parte dell'amministrazione occorre un controllo accurato di tutto il territorio e non solo di una parte di esso.

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Aria Nuova per Francavilla //