Luci ed ombre natalizie

 

 

Con l'approssimarsi del Santo Natale ci torna in mente le importanti spese sostenute  lo scorso anno dall'Amministrazione del Comune di Francavilla Al Mare

Chissà se quest'anno le spese per Natale saranno più contenute?

La spesa complessiva per il Natale 2016 è stata di 83.963,00 (ottantatremilanovecentosessantatreeuro): non poco per un periodo piuttosto difficile dal punto di vista economico, come quello attuale.

Una spesa polverizzata nell’arco di pochi giorni che avrebbe potuto essere diversamente ottimizzata. Certo, si potrà obiettare: ogni Amministrazione gestisce le risorse come ritiene più opportuno.

Vediamo allora come sono state gestite le spese, analizzando le voci più particolari.

Decorazioni natalizie euro 45.480,00 di cui:

Noleggio (e operazioni connesse) per luminarie città euro 29.280,00

Noleggio (e operazioni connesse) per albero in località Piattelli euro 2.440,00

Scenografie Piazza Sirena euro 4.000,00

noleggio albero Pontile e 6 alberelli Piazza Sirena euro 9.760,00.

Ora, con una città che si estende per 90 chilometri di strade vi sarà sempre l’enorme problema di zone che rimangono “scoperte” e senza decorazione natalizia: non sarebbe stato meglio, con una spesa inferiore, realizzare dei piccoli isolotti illuminati all’ingresso di ogni quartiere, così riuscendo a fare compartecipe tutta la città all’aria festosa, anziché illuminare solo le consuete zone principali? E’ Natale per tutti.

Gli eventi di animazione si sono rivelati abbastanza impegnativi: complessivi euro 9.523,00 di cui

Babbo Posta  euro 1.830,00, organizzazione di Brescia,

Zampogne per focaracci euro 600,00, organizzazione di Chieti,

Il Natale Fate, Elfi e Folletti euro 3.775,00, organizzazione di Rosciano,

Toppy e la favola del Natale euro 1.000,00, organizzazione di Pescara

Banda dei Babbi Natale euro 2.318,00, organizzazione di Francavilla.

Ci chiediamo se con la collaborazione di volontari, scuole e operatori sociali di Francavilla, per esempio,  la spesa si sarebbe potuta ridurre, facendo peraltro maggiormente partecipare i cittadini all’animazione, senza dover appaltare il lavoro a ditte esterne, addirittura di fuori Regione.

La filodiffusione è costata 3.000,00 euro, a copertura di Piazza Sant’Alfonso e Viale Nettuno.

Una spesa importante è stata la pubblicità degli eventiper euro 6.966,00:

ben 1.586,00 euro per gli avvisi Facebook,

euro 2.745,00 per gli impianti pubblicitari di Maia Pubblicità (determina del 22 dicembre 2016, cioè in una data in cui le manifestazioni erano abbondantemente iniziate),

euro 305,00 pubblicità sul mensile La Torre,

euro 500,00 per volantinaggio,

euro 1.830 speakeraggio con autovettura (per capire, lo speakeraggio di tutte le uscite del 2017 ci costerà 7.442,00 euro, mentre a Natale 2016 abbiamo utilizzato il 24% del budget complessivo, e la determina è stata sempre presa a manifestazioni iniziate, il 22 dicembre 2016).

Le 15 casette di legno hanno dato beneficio ad alcuni commercianti (e non altri) e ci sono costate la bellezza di euro 5.490,00.

La scenografia di Piazza Sirena ed il noleggio abiti per il Presepe vivente, erano stati pattuiti per euro 4.500,00 complessivi. Il Presepe vivente non si è tenuto, e la ditta ha fatturato solo euro 4.000,00, escludendo il noleggio abiti quantificato 500,00 euro.

In realtà c’è chi ha fatturato l’ASSISTENZA TECNICA AUDIO, LUCI per il presepe vivente: la ditta Power Insurance & Credit, nonostante non si sia tenuto alcun presepe vivente (come dichiarato anche nella determina di liquidazione) ha fatturato ugualmente buona parte del servizio, inizialmente pattuito in euro 3.050,00, addebitando ben 2.318,00 euro, perché “il servizio di assistenza tecnica delle varie scene del presepe” si è ugualmente tenuto.

Cioè l’assistenza tecnica alle varie scene del presepe c’è stata, il presepe vivente no. E fortunatamente la ditta ha rapporti costanti con l’Amministrazione!!!

Il resto della spesa è stato variamente distribuito tra concerto in Chiesa, vigilanza mercatini, noleggio pianoforte, e varie altre voci.

Insomma, possiamo tranquillamente auspicare che i prossimi eventi Natalizi vengano gestiti con migliore oculatezza ed attenzione, sperando vengano coinvolte attività di intrattenimento di Francavilla, ma soprattutto sforzandosi di dare fondi e maggiori contributi alle famiglie bisognose, che in questo periodo storico, sono, purtroppo, veramente tante.

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Aria Nuova per Francavilla //