Francavilla accoglie gli immigrati 

Uno dei temi caldi del periodo politico è la gestione dell’ immigrazione.

Sarebbe stato opportuno da parte dell’Amministrazione, portare i cittadini a conoscenza del fatto che nel mese di marzo 2017, la Giunta comunale di Francavilla ha approvato, nel silenzio generale, uno schema per aderire al sistema dello SPRAR (delibera di Giunta numero 55 del 3 marzo 2017):

SISTEMA DI PROTEZIONE PER RICHIEDENTI ASILO E RIFUGIATI.

Invece, in merito, assoluto silenzio nonostante, è scritto nella delibera, la partecipazione allo SPRAR sia in linea con il programma di governo della città basato sulla “coesione sociale, solidarietà e sostegno delle persone”.

Lo Sprar offre supporto negli alloggi insieme a percorsi di integrazione ed inclusione dei cittadini stranieri.

Non sarebbe stata una pessima idea informare i cittadini dei programmi che ha in mente l’Amministrazione, in che cosa consiste lo Sprar,

dove ha intenzione di ubicare l’accoglienza dei richiedenti asilo

e, in linea generale,

quali saranno i criteri che saranno adottati per la loro integrazione.

Al momento sappiamo che entro il 31 marzo 2017 uno dei Dirigenti doveva avviare la domanda di finanziamento, ed inoltrare la documentazione, firmata dal Sindaco, al Ministero competente.

Sappiamo anche, dalla delibera di marzo scorso, che il sistema è permanente cioè il territorio aderisce “senza scadenza”.

Cosa ne sia stato del sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati per Francavilla, già adottato come linea di indirizzo dalla Giunta, non è dato saperlo.

 

 

 

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Aria Nuova per Francavilla //